Informazioni

Le caratteristiche di m.objects

TUTTE LE NOVITA'

Le caratteristiche di m.objects

Cos'è m.objects?

  • m.objects DirectAV è un software per creare audiovisivi digitali.
    Gli audiovisivi (chiamati anche SlideShow, Multivisioni o Presentazioni) sono sequenze di fotografie e video, sincronizzati con una colonna sonora.

    Grazie alla tecnologia DirectAV, m.objects è uno dei software più performanti sul mercato ed è in grado di realizzare audiovisivi digitali con fotografie, video e brani audio con una qualità straordinaria.

    In base alla licenza acquistata, è possibile ottenere audiovisivi dalle performance altissime:
    • Licenza Basic - max FullHD
    • Licenza Live - max 4K
    • Licenza Creative e Ultimate - nessun limite di risoluzione

Cos'è?

Perché m.objects?

  • Tutti i programmi di montaggio video (persino i più professionali) impongono di scegliere in anticipo la qualità dei progetti video. Questo obbligo crea due problemi: il primo e più grave riguarda i contenuti visivi che verrebbero scalati per adattati alla qualità impostata. Il risultato sarebbe una riduzione della risoluzione delle nostre bellissime fotografie. Inoltre, problema numero due, l'impossibilità di aumentare la qualità di un progetto per una necessità di qualità superiore nel futuro.

    Il software m.objects è uno dei pochissimi a CONSERVARE e PROTEGGERE la qualità originale delle nostre fotografie permettendoci di decidere in un secondo momento la definizione dei nostri progetti.

Perché?

Software in italiano

  • Dai sfogo alla tua fantasia creando straordinari audiovisivi in modo semplice con uno strumento completo, professionale e in lingua italiana.
Software

in italiano

LE NOVITA' DELLA VERSIONE 9,5

Scopriamo con Simone le novità della versione 9,5

  • Con l'aggiornamento intermedio 9,5 m.objects è stato migliorato e potenziato in molti aspetti. Scopriamo queste novità con Simone Andreella nel video in diretta trasmesso in occasione del Workshop in live streaming per Dia Sotto le Stelle 2020 Digital Edition - Festival Internazionale di Fotografia e Arti Multimediali.

LE NOVITA' DELLA VERSIONE 9

Potenza multimediale

Desktop: modifica de design nella timeline

  • Sia il design che le sue funzionalità del desktop sono leggermente cambiati. I colori delle curve di luce, ovvero le dissolvenze delle immagini, testi e video, sono rappresentate in modo lievemente diverso. A seconda della modalità del mixaggio di immagini, questi ora appaiono in una tonalità scura giallastra (additiva), verdastra (sovrapposizione) o grigia (se è una maschera). Questo mostra a colpo d'occhio come è strutturato il montaggio e la dissolvenza incrociata.

    Ora è possibile impostare la visualizzazione dei video sulla linea temporale in modo tale che solo il primo e l'ultimo fotogramma della rispettiva sezione vengano visualizzati all'interno della curva della luce. Anche in questa modalità, ovviamente, è possibile avere la classica anteprima del fotogramma premendo il tasto Maiusc. La scelta della modalità di visualizzazione viene effettuate tramite il menu Impostazioni / Impostazioni programma.

Finestra degli strumenti

  • La finestra degli strumenti è stata modernizzata e ora offre una visione gerarchica molto più chiara degli strumenti disponibili.
    Le macro, gli strumenti dinamici e i file multimediali ora risiedono in rami separati all'interno di una struttura ad albero, che può anche essere aperta e chiusa individualmente.

    Nella finestra degli strumenti sono inoltre inclusi dissolvenze ed effetti sonori precedentemente accessibili solo tramite moduli o menu di scelta rapida. Come molti altri strumenti, questi possono ora essere trascinati nell'editor dello spettacolo con il pulsante del mouse premuto.

    Inoltre, per tutti gli strumenti che possono essere trascinati nella timeline, il simbolo dello strumento verrà ora trascinato lungo il percorso dal puntatore del mouse.

Formato H265 (HEVC)

  • L'esportazione in formato MP4 (container MP4, MOV o MKV) ora può essere effettuata anche secondo il moderno standard H.265 (chiamato anche HEVC).
    Il formato H.265 è straordinariamente compatto e nonostante la compattezza è di qualità molto molto alta. Rappresenta il formato video professionale del futuro e migliora la qualità video, raddoppia il rapporto della compressione dei dati rispetto ad H.264. Supporta l'ultra definizione a 8k e risoluzioni maggiori fino a 8192×4320.

    Il formato H.265 nonostante sia molto più performante degli altri formati (più piccolo, maggior qualità), necessita di un hardware dedicato che sia in grado di interpretarlo correttamente. Se l'hardware non lo supporta, nonostante l'hardware sia molto performante, potrebbero apparire difetti grafici. In questo caso, è meglio usare uno standard differente come H.264, più pensante ma più universale.
HEVC

H265

Esportazione video: accelerazione hardware

  • Per l'esportazione in formato MP4 (contenitore MP4, MOV o MKV, compressione in H.264 o H.265 / HEVC) ora è possibile attivare un'accelerazione hardware se eventualmente disponibile. A seconda dell'hardware disponibile, è possibile selezionare diverse modalità per i moderni sistemi grafici NVidia, AMD o Intel o il classico metodo basato su CPU.
ACCELERAZIONE

HARDWARE

Esportazione video: selezione di una parte

  • Simile alla funzione disponibile per le tracce audio, è ora possibile esportare parti della proiezione visiva semplicemente selezionandole.
    Basta una selezione degli oggetti (selezionandoli con il pulsante del mouse o tramite la funzione lazo) e selezionare il menu Esporta video (solo selezione). Questa forma di esportazione avviene sempre in un formato MP4, le cui impostazioni possono essere effettuate nella finestra successiva.

    Tra le altre cose, questa funzione può essere utilizzata molto bene per creare un file video più performante e meno "affamato" di risorse hardware convertendo le parti più complesse e / o critiche per le prestazioni di un audiovisivo come animazioni, riprese in time-lapse o filmati ad altissima risoluzione, costituendole con una versione "chiusa" ma molto più leggera.

    Per aiutare, m.objects suggerisce di archiviare tali esportazioni in una sottodirectory denominata "Esportazioni" nella directory video del progetto corrente.
Esportazione

VIDEO

Funzione screenshot

  • Un'immagine del contenuto dello schermo ora può essere salvata direttamente come immagine usando il pulsante stampa (o anche il "stampa" sulla tastiera) con una risoluzione che è possibile selezionare.
    In questo modo è possibile creare immagini con risoluzioni che vanno oltre la risoluzione dello schermo (purché i contenuti utilizzati abbiano una risoluzione sufficiente). Le immagini per usi dove la qualità è importante (come volantini e poster, home page, locandine di video e scopi simili) sono gestibili facilmente.
Funzione

SCREENSHOT

Tagliare i video in modo preciso e senza perdite

  • Spesso, negli audiovisivi sono presenti piccoli piccoli clip estratti da videoclip di lunghezza maggiore.
    Poiché m.objects funziona sempre in modo "non distruttivo", i file memorizzati mantengono un volume su disco pari alla dimensione del video originale. Con l'aiuto di un nuovo assistente, è ora possibile accorciare (tagliare) tutti i video selezionati alle dimensioni effettive utilizzate all'interno dell'audiovisivo, per cui la dimensione effettiva su disco può essere drasticamente ridotta.

    Poiché m.objects fa questo lavoro senza ricompressione, il processo è molto veloce e senza alcuna perdita qualitativa.

    All'interno della procedura guidata è inoltre possibile definire un margine di sicurezza che può essere mantenuto all'inizio e alla fine di ogni sezione, in modo che successivamente possano essere facilmente apportate piccole modifiche alla sequenza temporale.

    m.objects crea i video troncati in una sottodirectory denominata "Ritagliati" nella directory video del progetto corrente. Al fine di ottenere una directory di progetto più piccola dopo il taglio, è quindi possibile eseguire un'esportazione tramite la Gestione dei files.
Tagliare i

VIDEO

Bilanciamento del bianco (dalla licenza live in su)

  • E' stata semplificata la colorimetria per le immagini e i videoclip provenienti da camere (macchine fotografiche o videocamere) differenti.
    Lo strumento "Elaborazione di immagini / video" presente nella Finestra degli strumenti potrà essere trascinato direttamente sulla clip da correggere ed usando il contagocce per selezionare un punto di colore neutro (ad esempio grigio o bianco) verrà applicata la correzione.
    Chiaramente si consiglia di definire un punto neutro non troppo scuro per consentire una correzione più accurata.

    Poiché questa funzione può essere utilizzata anche in modo dinamico, è possibile compensare un bilanciamento del bianco che durante la registrazione video viene variato erroneamente.
Bilanciamento del

BIANCO

Classificazione del colore con LUTs

  • L'idea alla base della classificazione dei colori utilizzando le cosiddette lookup table (LUT) è nota soprattutto dall'ambiente dei cineasti creativi.

    In breve, si tratta dell'applicazione di colorazioni complesse e valori tonali che producono, ad esempio, un aspetto particolare, una sorta di atmosfera specifica.
    Questi schemi di colorimetria sono definiti LUT e sono dei veri e propri file.
    Oltre ai LUT dei produttori di apparecchi video e i LUT a pagamento, esistono su Internet una varietà di file LUT gratuiti, il cui utilizzo è ora possibile anche direttamente all'interno di m.objects.

    La gestione dei LUT è presente fin dalla versione BASIC, mentre dalla versione LIVE, l'effetto dei LUT può essere regolato in modo statico o dinamico tramite lo "Strumento di elaborazione di immagini / video".

Fotogramma video avanti/indietro

  • Mentre si lavora con la sequenza temporale, i tasti freccia (tasti cursore <- e ->) ora hanno il seguente effetto modificato:

    - se il locator si trova all'esterno di un video, si sposta di 20 ms (ovvero 1/50 di secondo);
    - se il locator si trova all'interno di un videoclip viene spostato avanti o indietro esattamente di un fotogramma video (chiaramente questa funzione è influenzata dal numero di fotogrammi al secondo del video).

    Premendo il tasto Ctrl della tastiera, il movimento continua come prima.
Video

PRECISIONE

TITOLO

  • Quando si lavora con le variazioni di velocità statiche o dinamiche (strumento "Velocità" nell'area di un file audio o video), il tempo di riproduzione del rispettivo clip cambia di conseguenza.
    Dopo aver apportato una tale modifica, il programma ora chiede se il tracciamento corrispondente della tempistica di tutti gli oggetti interessati deve essere eseguito automaticamente.
Variazioni di

VELOCITA'

Stereoscopia: formati di esportazione

  • Gli audiovisivi stereoscopici (spettacoli 3D) ora possono essere esportati in formati WMV e AVI e nei più moderni formati MP4 (H.264 e H.265 / HEVC), nonché in una singola sequenza di immagini (BMP, TIFF, PNG, JPEG, JPEG2000).

STEREOSCOPIA
3D

LE NOVITA' DELLA VERSIONE 8,1

L'aggiornamento audio che tutti aspettavamo

Processore Dynamics (tutte le licenze)

  • Uno dei problemi più frequenti quando si lavora con brani musicali (sorgenti o formati) differenti è creare un equilibrio tra i volumi e i livelli dinamici, in modo da evitare "buchi" audio nei tratti a volume basso e suoni fastidiosamente alti in corrispondenza dei picchi audio. L'introduzione della funzionalità dinamica, permette di indicare un volume "percepito" che viene preso come riferimento per adattare, pur mantenendo le dinamiche del brano, il volume di tutti i brani musicali del progetto. Vengono comunque mantenute tutte le funzionalità di controllo del volume selettivo per brano o pista. Come per ogni effetto o parametro di m.objects, anche le Global Dynamics hanno capacità "non distruttive", ovvero non intaccano il brano originale permettendo alle "Impostazioni Global Dynamics" di regolare in tempo reale tutti i parametri, ma anche di ripristinarli alla condizione originale e conservando la qualità di ogni singolo brano

DYNAMICS
PROCESSOR

Nuovi effetti audio (dalla licenza Live)

  • I nuovi Sound Effect sono stati pensati per essere usati dagli utenti esperti come dagli utenti occasionali. Tutto è stato semplificato e ottimizzato per rendere le operazioni veloci e pratiche.
EFFETTI

AUDIO

Mixer Stereo

  • Questa opzione consente di modificare l'assegnazione dei canali dalla registrazione ai canali di uscita. Oltre a scambiare il canale destro e sinistro, è anche possibile mescolare, unire o limitare entrambi i canali in un segnale mono. La limitazione è utile, ad esempio, se uno dei due canali di registrazione ha un problema tecnico, se è stato registrato per errore un solo canale o se uno dei due canali contiene interferenze.

MIXER

Equalizzatore

  • È disponibile un equalizzatore parametrico molto flessibile per correggere lo spettro di frequenza dei campioni di toni. È così possibile dare una maggiore brillantezza alle registrazioni con un suono grave, o ridurre i toni medi o alti che potrebbero disturbare. Grazie all'equalizzazione grafica, è possibile spostare le maniglie di modifica arbitrariamente in orizzontale (frequenza) o in verticale (smorzamento / amplificazione). Grazie al pulsante sinistro del mouse è possibile aggiungere nuove maniglie oppure, con il pulsante destro del mouse, eliminare le maniglie esistenti. In questo modo è facile influenzare una specifica frequenza di interferenza senza danneggiare quelle vicine.

EQUALIZZATORE

Effetto Hall

  • Quando un brano audio o un commento parlato viene aggiunto ad una registrazione audio precedente, per sembrare più omogeneo, potrebbe necessitare di un effetto audio specifico: riverbero. Il riverbero permette di ottenere un effetto "spaziale" tridimensionale per rimulare una registrazione dal vivo. Per ottenere il miglior risultato, si consiglia di mantenere il livello piuttosto basso.
Effetto

HALL

Processore Dynamics selettivo

  • Così come il Processore Dynamics incide su tutto il progetto, è altresì possibile limitarlo o modificarlo per ogni brano audio. In questo modo possiamo agire globalmente per una correzione di massima, e poi ritoccare i singoli brani per raggiungere il miglior risultato possibile.
Processore Dynamics

SELETTIVO

Animazione delle linee guida (tutte le licenze)

  • Gli itinerari dinamici su una mappa o una linea che appare progressivamente sono sempre stati effetti da costruire a mano, riservati agli utenti più abili con le maschere. Con la nuova funzione di m.objects 8,1 sarà possibile creare itinerari dinamici facilmente, anche senza grandi conoscenze delle maschere. Si inizia disegnando l'intero itinerario su una immagine trasparente (PNG). Dopo l'inserimento dell'immagine su una traccia immagine del programma, richiamare le sue Proprietà -> "Aperture" e selezionare la modalità "Riempimento". Fare clic sullo schermo virtuale per impostare il punto di partenza. In molti casi, ha senso selezionare anche la modalità "solo dissolvenza in apertura" per eseguire l'animazione durante la dissolvenza di ingresso, evitando però che prosegua durante la dissolvenza di uscita.
ANIMAZIONE

LINEE

Visualizzazione della fine del contenuto del video (tutte le licenze)

  • Sarà visualizzata una riga verticale rossa in corrispondenza della fine di un video. Questo ci permette di usare le maniglie di manipolazione grafica influenzando la lunghezza del video senza rischiare di oltrepassare involontariamente la sua lunghezza effettiva.
INDICE DEL

FINE VIDEO

Indicatore di ducking (dalla licenza live)

  • La modalità ducking, o più comunemente conosciuta come Muto, permette al presentatore di un audiovisivo dal vivo di mutare temporaneamente un brano audio e di conoscerne lo stato (muto o non muto) da una icona personalizzabile.
Indicatore

DUCKING

Finestra Universal Info (tutte le licenze)

  • Premendo il tasto Shift (tasto maiuscolo della tastiera) vengono fornite ulteriori informazioni sui contenuti multimediali che il puntatore del mouse sta sfiorando. Questa funzione è stata ora estesa a tutti gli oggetti sulla timeline in modo che le informazioni più importanti, anche sugli effetti dinamici, siano rapidamente visibili senza richiamare il modulo con le loro impostazioni.

UNIVERSAL
INFO

Assegnazione di nomi alle tracce nell'editor della timeline (tutte le licenze)

  • Nel menu di scelta rapida delle tracce è ora disponibile la nuova funzione "Modifica traccia", per mezzo della quale ad ogni traccia può essere assegnato singolo nome. Questo diventa visibile quando si preme il tasto Shift (tasto maiuscolo della tastiera) mentre il puntatore del mouse si trova all'interno della traccia ma sopra a nessun altro oggetto.
NOMI delle

TRACCE

LE NOVITA' DELLA VERSIONE 8

Prepariamoci alle grandi sfide
Dynamic slow motion / fast motion
Tramite il nuovo oggetto dinamico "Speed", rappresentato dall'icona "T" (intesa come Tempo), è possibile definire la velocità di riproduzione dei video. Questo comando può essere sia statico, ovvero influisce su tutta la durata di un video, che dinamico, ovvero può influenzare solo una parte del video, senza rallentare/velocizzare il resto.

Adozione del protocollo SMPTE per i video
Con la nuova versione 8 siamo passati dal classico sistema di misurazione del tempo espresso in ore:minuti:secondi:millisecondi in un più efficiente ore:minuti:secondi:frame. Questo ci permette di fare dei tagli tra un fotogramma e l'atro (di un video) ottenendo una precisione e una qualità più elevata. Inoltre questa funzione permette la sovrapposizione di più filmati sincronizzati tramite protocollo SMPTE per riprese della stessa scena con più videocamere.

Nuovo piano luminoso
Il Piano Luminoso (termine ereditato dalle vecchie diapositive) è quell'area del programma dove sono elencate le immagini e i video ancora da caricare nelle tracce.
Il nuovo Piano Luminoso è stato potenziato molto ed ora accetta l'inserimento di parole chiave su ogni media caricato, permettendoci poi di eseguire ricerche veloci tra tutti i media contenuti. Potremmo quindi separare le nostre immagini con "TAG" che le descrivono e poi cercarle rapidamente con il comando di ricerca in stile Adobe Lightroom. Il Piano Luminoso inoltre interpreta le parole chiave già assegnate in Adobe Lightroom, conservandole.
Sono stati applicati ulteriori miglioramenti tra i quali una migliore separazione tra i media ancora da caricare e i media caricati e poi rimossi dalla TimeLine.

Nuova TimeLine
La TimeLine è l'area del programma dove carichiamo, disponiamo e creiamo il nostro audiovisivo.
E' composta dalla traccia dei tempi e dalle piste audio e video (che contiene foto e video).
La principale modifica riguarda la traccia dei tempi che è stata "bloccata" in alto, permettendoci di vederla sempre, anche quando ci spostiamo tra innumerevoli piste audio-video delle licenze più avanzate (come la licenza Creative e Ultimate che permettono la disposizione di un numero pressoché illimitato di piste AV).

Nuova Disattivazione delle tracce
La disattivazione delle tracce era utile per non mostrare nello schermo virtuale il contenuto di una traccia. Tuttavia se nella traccia era contenuto un effetto che influenzava più piste, questo rimaneva comunque attivo.
Con il miglioramento del comando Disattivazione (cosiddetto "Muto") la disattivazione è completa. Non solo, ma se disattiviamo una traccia e poi facciamo un caricamento multiplo di immagini, le nuove immagini andranno solo nelle piste attive, permettendoci di lasciare vuota (o riservata) la traccia disattivata per uno scopo successivo.

Nuova Finestra di anteprima rapida
La Finestra di anteprima rapida ci permetteva di avere un'anteprima della immagine che stavamo cliccando con la freccina del mouse, semplicemente premendo il tasto maiuscolo (shift) della tastiera.
Premendo shift, appariva un riquadro sovrapposto che ci mostrava l'immagine più grande.
Ora la stessa finestra in sovrimpressione ci mostra anche i dati EXIF più importanti dell'immagine. La stessa funzione è utilizzabile anche sui video.

Nuovo motore audio
L'intero motore audio che gestisce le colonne sonore e i commenti audio di m.objects è stato riprogrammato per rendere l'elaborazione più flessibile, indipendente dagli aggiornamenti del sistema operativo/driver e per consentire a m.objects di gestire i formati audio più moderni.

Nuovi formati audio supportati
Il nuovo motore audio in m.objects è molto più flessibile in termini di formati di file e metodi di codifica rispetto alla tecnica utilizzata in precedenza.
Sostanzialmente tutti i tipi di file più diffusi ora possono essere integrati direttamente in m.objects senza dover effettuare una conversione.
I nuovi files sono Ogg Vorbis, FLAC, DSD (dsf) e molti altri.
Inoltre, non conta più quale frequenza di campionamento (ad es., 44,1, 48 o 96 kHz), la compressione (ad es. 16 o 24 bit) o ​​la codifica di canale. L'integrazione di materiale di diverse frequenze di campionamento all'interno di m.objects è ora di qualità superiore.

Audio con Variable bitrate e Constant bitrate
Il bitrate indica la quantità dei dati trasferiti in un certo lasso di tempo. Nel campo dell'audio, semplificando, possiamo dire che se abbiamo un valore di bitrate alto, la qualità del nostro brano musicale sarà alta, ma ogni singolo files sarà pesante.
Da diversi anni a questa parte, soprattutto grazie ai sistemi di streaming e vendita di musiche online, è stata introdotta la tecnica di applicare un bitrate variabile ai brani musicali in modo da garantire una qualità audio alta, ma una quantità di dati più bassa. L'utilizzo dei brani audio a bitrate variabile (in particolar modo MP3) non incideva sulla qualità dell'audio ma poteva mandare fuori sincrono le nostre timeline, specialmente quelle di audiovisivi lunghi.
Con la versione 8 è stato introdotto un nuovo motore che non soffre più di questi problemi di sincronia. Non dovendo più effettuare conversioni, la qualità dei brani utilizzati rimane invariata (e molto alta).
Se tuttavia il motore audio dovesse riscontrare problemi di bitrate, il sistema di conversione automatica gestirebbe i brani musicali con VBT (variable bitrate) trasformandoli automaticamente in CBR (constant bitrate).

Tecnologia Audio
Per il nuovo motore audio è stata utilizzata una tecnologia completamente diversa rispetto alle vecchie versioni di m.objects. Questo ci permette di avere tutte le migliorie già elencate, e di avere nuovi e più strabilianti effetti audio.
Tuttavia i due motori non sono utilizzabili nello stesso progetto quindi per gli audiovisivi creati con versioni precedenti di m.objects, il programma attiverà automaticamente il vecchio motore DirectX, per i nuovi audiovisivi sarà invece attivato il nuovo motore audio. E' possibile cambiare il motore audio in manuale dal menu "Impostazioni -> Impostazioni del programma".

Nuova modalità di valutazione (solo per Creative e Ultimate)
Dalla versione 8, m.objects introduce una nuova modalità speciale destinata a giurie, concorsi e votazioni. Con un massimo di 10 output, m.objects mostra le immagini da valutare e raccoglie i dati di votazione dai giurati. Grazie alla rappresentazione grafica digitale e a una visione immediata dei contenuti (anche oltre una risoluzione 4K), il software permette di applicare vari metodi di votazione (+ e -, oppure voti numerici da 0 a 9) e di gestire vari metodi di input (tastiera, mouse, touch). Grazie al motore grafico potente, m.objects gestisce un alto numero di immagini garantendo comunque una visione simultanea su più uscite video, mantenendo un sistema di backup automatico dei dati, una documentazione per ogni valutazione e statistiche utili per ogni sessione.

PROTEGGI I TUOI PIXEL

  • Grazie alla tecnologia di modifica “non distruttiva” delle immagini, tutti i pixel sono protetti e conservati nella loro risoluzione originale, in ogni operazione, per sempre.
    Questo permette principalmente due vantaggi:
    1) E' possibile modificare ripetutamente (in qualsiasi momento) gli effetti, le dimensioni, i colori e qualsiasi altro dettaglio delle immagini, senza ridurne la qualità. Tutti i limiti dei files jpg, che ad ogni modifica perdevano dettagli, sono stati superati grazie alla tecnologia di modifica "non distruttiva".
    2) E' possibile aprire il proprio audiovisivo in qualsiasi momento, anche a distanza di anni, per modificare e creare un nuovo file video ad una nuova risoluzione. L'evoluzione tecnologica degli ultimi anni è stata molto veloce e dalla risoluzione FullHD (che doveva durare anni) ora sta già emergendo la nuova risoluzione 4K (4 volte il FullHD). Se lasciamo al software m.objects la gestione dei pixel del nostro audiovisivo, saremo in grado di ottenere sempre la qualità ideale per ogni lavoro. Per questo motivo non conviene mai ridurre o ritagliare la qualità con i programmi di fotoritocco.
PROTEGGI I TUOI

PIXEL

Altre caratteristiche distintive

  • • Nuova titolatrice
    La finestra della titolatrice è stata completamente ridisegnata per avere una creazioni di testi più semplice e completa. Inoltre sono state aggiunte e potenziate le funzioni di allineamento, rientro e giustificazione. Sono stati abilitati molti più font, oltre ai caratteri speciali stranieri.

    • Effetti di fusione migliorati
    Gli effetti di fusione (dissolvenze speciali o "QuickBlending") sono stati migliorati per ottenere un risultato migliore, soprattutto nel centraggio dei movimenti. Inoltre, tutti gli effetti di transizione sono stati migliorati e potenziati con nuove funzioni di allineamento. Ora, simulare una tendina che si alza o tanti piccoli cerchietti che appaiono da un angolo e riempiono lo schermo, sono operazioni che possono essere create in pochissimi secondi. E' più facile sperimentare che descrivere le molteplici combinazioni applicabili.

    • Nuovi files per l'esportazione
    Aggiunti nuovi formati video per l'esportazione: oltre i classici AVI, WMV e mpeg-2 (anche in H264), sarà presto possibile esportare anche nel nuovissimo formato HEVC H265 (non ancora disponibile), compatibile anche in 4K. Inoltre è stata inserita la nuovissima funzione di esportazione dell'intera sequenza in JPEG, TIFF, PNG o BMP per una post-elaborazione lossless in altri programmi di editing video professionali.

    • Video Editing e post-produzione
    Grazie alle nuove funzioni di m.objects, in particolare nel settore video, il nostro software è diventato particolarmente versatile come video per la post-produzione. Sarà possibile girare filmati con le reflex digitali, modificare, tagliare, ridoppiare e integrare nuovi video, il tutto nella timeline di m.objects, accedendo poi facilmente a tutte le funzioni di esportazione.

    • Nuova timeline più precisa
    La timeline è stata potenziata con una funzione di ingrandimento per singolo fotogramma fino ad una precisione di un fotogramma! Sincronismi, battute con l'audio e tagli di video precisi diventeranno un gioco da ragazzi! Inoltre grazie alla funzione Dynamic Slow Motion / Fast Motion è possibile variare la velocità dei filmati usando delle semplici maniglie interattive, creando effetti anche dinamici all'interno di un singolo video.

    • Griglie personalizzate
    Sono ora presenti delle griglie personalizzate da attivare e spostare direttamente nello schermo virtuale, per aiutarci nell'allineamento dei fotogrammi. Le griglie possono essere spostate con il mouse oppure, indicando un valore numerico in percentuale o in pixel, per avere una precisione matematica o una separazione precisa. Effetti picture-in-picture anche su periodi lunghi diventano più semplici e veloci da preparare.

    • Anteprima di precisione
    Tenendo premuto il tasto shift (maiuscolo) della tastiera e premendo su un immagine apparirà un anteprima ingrandita della selezione. La stessa operazione può essere fatta anche su un video (molto più utile) permettendoci di vedere (e anche selezionare) un fotogramma alla volta.

    • Pipetta di selezione colore
    In tutte le finestre dove si poteva indicare un colore (cornici, ombre, testi) è ora presente la pipetta per fare una selezione del colore direttamente su una foto nello schermo virtuale. Da oggi non è più un problema ottenere un colore uguale a quello mostrato in una fotografia...basta cliccarlo con la pipetta!

    • Esportazione parziale
    E' ora possibile esportare solo una parte del proprio audiovisivo, anche in EXE, indicando il margine di inizio e di fine tramite il comando "Export Area". Anteprime, trailer e semplici video di prova, potranno essere creati e distribuiti mantenendo la qualità e le performance tipiche di m.objects.

    • Countdown con tempi relativi o assoluti
    Conto alla rovescia? Ora con i nuovi orologi personalizzabili è possibile indicare un tempo fisso che scorra in avanti oppure un conto alla rovescia per capire quanto tempo resta alla fine della presentazione. Inoltre si può far apparire l'orologio del PC e il suo rispettivo conto alla rovescia impostato su un ora specifica.

    • Speaker Preview
    Ideale per eventi e presentazioni, lo speaker preview vi permette di avere un idea dell'immagine presente ora sullo schermo virtuale e dell'immagine successiva, in modo da avere sotto controllo tutto il vostro workshop.

Caratteristiche minori

Riduzione sensibile dell'effetto sfarfallio e moiré.
Fino a ieri, più le immagini erano nitide più c'era la possibilità di incorrere in un fastidioso sfarfallio nelle animazioni lente, come zoom e spostamenti. Un effetto apparentemente inevitabile legato alla tecnologia digitale. La nuova versione di m.objects, grazie al nuovo motore grafico riduce se non elimina completamente questo difetto visivo. Il punto chiave tuttavia è un altro: per eliminare l'effetto moiré e lo sfarfallio generalmente bastava ridurre la nitidezza. Grazie alla nuova tecnologia impiegata, m.objects elimina i disturbi senza ridurre la nitidezza delle immagini.

Armonizzazione dei video con FrameRate differenti
Un altro difetto che affligge la riproduzione delle sequenze video riguarda la possibile differenza tra i Fotogrammi per secondo (Frame Rate o FPS) tra i video utilizzati nell'audiovisivo e il dispositivo di output (monitor, TV o videoproiettore). Il risultato è una visione "a scatti" anche con un flusso video fluido: è il cosiddetto effetto pull-down. Questo problema viene evitato dalla nuova versione di m.objects che compie letteralmente un piccolo miracolo grazie ad una tecnologia unica nel suo genere. Anche in questo caso, nonostante l'applicazione di un effetto armonizzante del movimento, non c'è alcuna perdita qualitativa o di dettaglio dell'immagine. La funzione può essere attivata o disattivata in modo selettivo per ogni singolo video.

Hardware Accelerated Video Decoding
La riproduzione a scatti dei video fino ad ora era un problema comune a molti PC, e spesso era da imputare ad un uso esagerato del processore centrale, problema enfatizzato nei piccoli PC e nei computer portatili. Con la nuova versione di m.objects la gestione dell'accelerazione hardware è stata migliorata, permettendo anche a PC più vecchi o meno potenti, di scaricare il peso sul processore centrale dividendolo in modo più efficace sulla scheda grafica. Ad esempio, la scheda grafica Nvidia GTX960 potrà gestire due video 4K contemporanei a 60 fotogrammi al secondo mantenendo una riproduzione fluida e occupando il processore centrale solo per una piccola percentuale.

Effetto Riflesso (mirror)
Con la versione 7,5 è stato aggiunto un nuovo effetto speciale creativo: l'oggetto specchio (mirroring), con funzionalità dinamiche, prevede una vasta gamma di nuove opportunità. Così è possibile ottenere risultati interessanti simulando, per esempio, un effetto acqua o superfici lucide: i parametri del nuovo oggetto dinamico consentono di modificare l'orientamento dello specchio, personalizzare la riflessione, l'opacità e la distanza dell'immagine sorgente per ottenere una rappresentazione altamente realistica. Inoltre si può modificare l'area specchiata in modo separato rispetto il suo colore originale.

Interfaccia grafica "in scala"
Con la nuova versione, l'interfaccia grafica di m.objects può essere ridimensionata liberamente: lavorare con il programma da oggi sarà molto più comodo. All'apertura di m.objects, l'interfaccia grafica del programma è adattata alle dimensioni e alle proporzioni dello schermo, tuttavia ogni elemento grafico può essere modificato in modo da aumentare (o ridurre) l'area di lavoro. Icone, forme, menu, aree e componenti: tutto può essere ridimensionato a piacimento. Lavorare su piani di lavoro personalizzati o su schermi piccoli o verticali non sarà più un problema.

Ottimizzazione per una riproduzione fluida su Windows 8.1 e Windows 10
Con l'avvento dei nuovi sistemi operativi Microsoft Windows 8,1 e Windows 10 molti computer, specialmente i meno recenti, hanno iniziato ad avere problemi. Anche m.objects è stato coinvolto in questo tipo di problemi, ma con la nuova versione e grazie al nuovo motore grafico, ogni difficoltà è stata superata.

Caricamento rapido delle immagini durante la navigazione
Un'altra ottimizzazione per migliorare l'esperienza di uso con m.objects: caricamento rapido delle immagini durante la navigazione e lo scorrimento manuale del locatore. Oltre a mostrare in modo rapido le immagini durante il movimento del locatore, m.objects permette di fare salti rapidi tra i vari indici mostrando in modo quasi immediato l'immagine di destinazione sullo schermo virtuale.

Assistenza tecnica live (in inglese e tedesco)
In caso di problemi o domande sull'uso di m.objects, difficoltà nella produzione di un audiovisivo o incidenti tecnici, all'interno del programma è stata installata una funzionalità di supporto dal vivo, dove un operatore potrà aiutarvi direttamente sul vostro PC. Importante: il supporto dal vivo è disponibile solo per gli utenti entro il primo anno di aggiornamenti gratuiti e al momento è solo in lingua inglese e tedesca.

Effetti di fusione QuickBlending

  • Gli effetti di fusione (dissolvenze speciali o "QuickBlending") sono stati migliorati per ottenere un risultato migliore, soprattutto nel centraggio dei movimenti. Inoltre, tutti gli effetti di transizione sono stati migliorati e potenziati con nuove funzioni di allineamento. Ora, simulare una tendina che si alza o tanti piccoli cerchietti che appaiono da un angolo e riempiono lo schermo, sono operazioni che possono essere create in pochissimi secondi. E' più facile sperimentare che descrivere le molteplici combinazioni applicabili.

Esportazione facile, in EXE, video FullHD e 4k

  • Il software m.objects dispone di vari formati di output, tra cui la possibilità di esportare l'audiovisivo in formato eseguibile. L'exe è un files piuttosto piccolo ma con una risoluzione e un numero di fotogrammi per secondo altissimi, che i files video tradizionali non possono eguagliare. E' il formato dei professionisti, ma può essere interpretato e utilizzato solo da un computer Windows.

    M.objects è in grado di creare anche altri tipi di files video, tra cui il formato Windows Media Video (.wmv), ideale per creare DVD o BluRay in FullHD. Questo formato è facile e semplice da esportare e distribuire e può essere letto facilmente da PC, Mac e Linux, oltre che da numerosi apparecchi multimediali da tavolo e portatili.

    Aggiunti nuovi formati video per l'esportazione: oltre i classici AVI, WMV e mpeg-2 (anche in H264), sarà presto possibile esportare anche nel nuovissimo formato HEVC H265 (non ancora disponibile), compatibile anche in 4K. Inoltre è stata inserita la nuovissima funzione di esportazione dell'intera sequenza in JPEG, TIFF, PNG o BMP per una post-elaborazione lossless in altri programmi di editing video professionali.

    Infine, dalla versione 7 é ora possibile esportare solo una parte del proprio audiovisivo, anche in EXE, indicando il margine di inizio e di fine tramite il comando "Export Area".

Motore grafico

  • Grazie alla tecnologia FFmpeg, all’utilizzo delle librerie DirectX ed al motore grafico ancora più performante, m.objects può gestire facilmente i video in altissima definizione e una qualità fotografica strabiliante con una fluidità delle dissolvenze perfetta.

    FFmpeg è una suite software completa per registrare, convertire e riprodurre flussi audio e video basato sulla libreria di codifica video libavcodec. L'integrazione di FFmpeg (generalmente sviluppato per Linux) ha aumentato notevolmente le potenzialità di m.objects che, abbinato alle caratteristiche di accesso alle librerie Microsoft DirectX, ottiene così una codifica audio/video professionale dalle performance strabilianti.

    Le librerie Microsoft DirectX sono degli strumenti di programmazione destinati alla costruzione dei videogiochi. I videogiochi infatti sono generalmente i programmi più pesanti e complessi per un PC e necessitano di librerie specifiche per accedere a tutte le risorse fisiche disponibili del computer. m.objects, sfruttando queste stesse librerie ottiene il massimo delle prestazioni del PC sfruttando appieno le performance della scheda video, del processore primario e della RAM.

    Tutte queste capacità sono raggruppate in m.objects sotto l'egidia di directAV, il logo che identifica le potenzialità digitali del nostro software.

Titolatrice interna

  • La finestra della titolatrice è stata completamente ridisegnata per avere una creazioni di testi più semplice e completa. Sono state aggiunte e potenziate le funzioni di allineamento, rientro e giustificazione. Sono stati abilitati molti più font, oltre ai caratteri speciali stranieri. Inoltre, grazie allo strumento Pipetta è possibile trovare il colore ideale della nostra scritta cliccando semplicemente sull'immagine di sfondo.

Nuova disposizione delle finestre

  • Il nuovo layout altamente personalizzabile e la nuova disposizione degli strumenti “in-una-finestra” permetteranno di creare un area di lavoro ordinata e pratica. Inoltre, la possibilità di sganciare le finestre consentirà di fare modifiche versatili e poi, con il tasto di ripristino dell'area precedentemente salvata, di tornare rapidamente alla disposizione originale degli strumenti.

Creative Effect Pack - Blur

  • (solo per licenze Live, Creative e Ultimate)
    Con il nuovo Effetto Blur del Creative Effect Pack sarete in grado di creare sfuocature professionali fantastiche!

    L'effetto Blur crea una sfuocatura simile all'effetto sfuocato ottenuto con l'ottica fotografica, molto diverso dal comune sfuoca dei programmi di fotoritocco. Inoltre, grazie al motore grafico performante di m.objects sarà possibile ottenere un effetto statico oppure una “messa a fuoco” dinamica che renderanno unici i vostri lavori. Infine, l'effetto può essere applicato sia ad immagini piene, sia a files PNG e PSD con aree "bucate" con i canali alpha di Photoshop, ottenendo un effetto mirato e limitato ad una sola zona specifica dell'immagine.

Creative Effect Pack - Cornici

  • (solo per licenze Live, Creative e Ultimate)
    Le nuove cornici del Creative Effect Pack sono altamente personalizzabili e daranno un tocco professionale ai vostri audiovisivi.
    Applicabili su qualsiasi immagine, anche con i canali alpha di Photoshop, le cornici di m.objects possono essere modificate per dimensione, colore e posizione, ottenendo risultati diversi ogni volta. Una cornice sottile bianca posizionata davanti all'immagine oppure una grande cornice nera dietro alla fotografia saranno create facilmente con pochi clic. Tutte le cornici potranno infine essere collocate staticamente o dinamicamente, creando un effetto di movimento e trasformazione tra una cornice e l'altra.

Creative Effect Pack - Ombre e Bagliori

  • (solo per licenze Live, Creative e Ultimate)
    Ombre e bagliori non sono più opera di programmi di fotoritocco esterni: con il nuovo Creative Effect Pack puoi applicarli a tutto (immagini, testi e trasparenze con canali alpha), in tempo reale, direttamente dalle finestre di m.objects! Potrai anche creare un bagliore attorno ad una scritta, oppure un ombra dietro ad una foto. Ma la cosa veramente divertente é sperimentare le innumerevoli combinazioni per unire questi effetti, ottenendo immagini uniche ogni volta. E come per tutti gli altri effetti, puoi convertire un ombra o un bagliore statico in un effetto di movimento dinamico.

Abbonamento di un anno

Come funzionano gli aggiornamenti?

Aggiornamento con abbonamento di un anno: "m.objects Update"

  • Quando si acquista l'aggiornamento di una versione, oltre ad ottenere immediatamente la nuova versione, si ottiene anche un abbonamento di 1 anno agli aggiornamenti fururi.
  • Con l'Abbonamento di 1 anno si ottiene la possibilità di aggiornare il programma per un anno, senza spese extra.
  • Inoltre, durante il periodo di abbonamento, è possibile effettuare il cambio di licenza con quella superiore, pagando solo la differenza.
A partire da
50

Iscriviti alla nostra newsletter per novità e aggiornamenti.